LO STUDIO DELLE CAVITA’ ARTIFICIALI SOTTERRANEE: IL CASO DI S. NILO

Giovedì 18 maggio, alle ore 17.00, la dott.ssa Carla Galeazzi, del Centro Ricerche Sotterranee Egeria, e il dott. Mario Mazzoli, della associazione A.S.S.O. – Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione Onlus – incontreranno i soci della ACSN, nella nostra sede in Abbazia, per una conversazione su

LO STUDIO DELLE CAVITA’ ARTIFICIALI SOTTERRANEE: IL CASO DI S. NILO

Sarà proiettato, tra l’altro, il documentario di Massimo D’Alessandro (A.S.S.O.) “IL MISTERO DI S. NILO”, prezioso filmato sulla ricerca speleologica effettuata nel sottosuolo dell’Abbazia. Il documentario sarà illustrato e commentato dai protagonisti di quell’impresa.

In Abbazia, nella Sala Conferenze della Biblioteca Statale, 4° incontro del ciclo 2017 dei 5 Sabati in Abbazia.

Il prof. Paolo Siniscalco, grande studioso e profondo conoscitore delle chiese cristiane orientali, ha presentato il relatore e introdotto il tema dell’incontro.

Raffele Ogliari – monaco della comunità di Bose e docente di esegesi patristica e di teologia ecumenica presso l’Istituto di Teologia Ecumenica della Facoltà Teologica Pugliese e presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose della diocesi di Brindisi – ha tracciato in maniera mirabile, chiara e completa, persino avvincente, il quadro storico, religioso e politico della origine del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, con i Concilii di Costantinopoli (381) e di Calcedonia (451), i motivi storico-politici ed ecclesiali del contrasto che ha finito per contrappore la Nuova Roma all’Antica, i rapporti con il potere imperiale durante il dominio ottomano, per finire ai nostri giorni, in cui figure straordinarie come i Patriarchi Athenagoras e Bartolomeo hanno svolto un ruolo fondamentale per la evoluzione del dialogo ecumenico tra le chiese cristiane d’Oriente e d’Occidente, tra la chiesa cattolica e la chiesa ortodossa, e per l’unità dei cristiani.

L’artista, socio della ACSN, Mario Roncaccia ha esposto alcune sue bellissime opere, di soggetto religioso, molto apprezzate dai numerosi interveuti all’evento.

Vivi applausi hanno premiato la maestria con cui Lara Leccisi e Chiara Apa, della Associazione Musicale Note Blu, hanno curato l’intermezzo musicale eseguendo alcuni brani di J. S. Bach per violoncello e per violino.

Un bellissimo evento, che, grazie a tutti coloro che ci seguono e ci sostengono, a cominciare dalla Comunità monastica, ci ha fatto vivere ancora una volta un momento di grande splendore culturale e spirituale della nostra Abbazia.

 

Da sinistra: il dr. Franco Portelli, Presidente della Associazione Culturale S. Nilo, Fr. Raffaele Ogliari, monaco di Bose, relatore della conferenza, P. Luca, Priore del monastero di S. Maria di Grottaferrata, il prof. Paolo Siniscalco, che ha presentato il relatore e introdottto il tema dell’incontro

Sabato 6 maggio prox., alle h. 10.30, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Statale dell’Abbazia di S. Nilo, 4° incontro del ciclo 2017 dei 5 SABATI IN ABBAZIA. P. Raffaele Ogliari, della Comunità di Bose – Fraternità di Ostuni, ci parlerà del Patriarcato di Costantinopoli e della Chiesa Ortodossa Greca


Dal sito della Comunità di Bose: “La comunità nasce l’8 dicembre del 1965, giorno in cui si chiude il concilio Vaticano II, quando Enzo Bianchi decide di iniziare a vivere, solo, in una casa affittata presso le cascine di Bose. I primi fratelli giungono tre anni dopo, e fra essi una donna e un pastore evangelico. Da allora, al mattino, a mezzogiorno e alla sera, si celebra la liturgia delle ore cantata, si lavora, si pratica l’accoglienza, si studia la Scrittura e la tradizione monastica, e si vive la faticosa ma feconda avventura comunitaria.

Oggi la comunità è formata da circa ottanta persone, uomini e donne, alcuni dei quali evangelici e ortodossi, cinque presbiteri e un pastore. Senza averlo ricercato, ma per un grande dono dello Spirito, fin dall’inizio hanno fatto parte della comunità cristiani appartenenti a confessioni diverse. Di questo dono si è cercato di fare un impegno per l’unità di tutti i cristiani, nella fedeltà alla parola di Cristo: ‘Che tutti siano una sola cosa’ ”. Maggiori notizie sulla Comunità di Bose sono disponibili sul sito www.monasterodibose.it.

P. Raffaele Ogliari è un profondo studioso della storia e delle tradizioni spirituali delle Chiese orientali ed è autore di numerose importanti pubblicazioni su questi temi.

A partire dalle h. 10,00 potranno essere ammirate alcune opere dell’artista Mario Roncaccia, socio della ACSN, che sarà presente all’evento.

Il tradizionale intermezzo musicale sarà curato dalla Associazione Musicale Note Blu.

 

Pasqua 2017

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE S. NILO

AUGURA AI SOCI, AGLI AMICI, AI SIMPATIZZANTI

E ALLE PERSONE DI BUONA VOLONTA’

UNA BUONA E SANTA PASQUA

DI SERENITA’ E DI PACE

PERCHE’ TUTTI, CRISTIANI E NON CRISTIANI,

POSSANO PREGARE SENZA TEMERE PER QUESTO

 

Siamo tornati da un viaggio bellissimo in Sicilia!

UN VIAGGIO BELLISSIMO AFFASCINANTE ALLA (RI)SCOPERTA AFFASCINANTE DELLA STORIA, DELL”ARTE E DELLA SPIRITUALITA’ BIZANTINA A PALERMO, CEFALU’, MONREALE, PIANA DEGLI ALBANESI.

RINGRAZIAMO QUANTI CI HANNO ACCOLTO, SEMPRE, CON GRANDE AFFETTO, SIMPATIA E AMICIZIA, CI HANNO OFFERTO IL MEGLIO DELLA LORO TRADIZIONALE, CALOROSA OSPITALITA’ E CI HANNO FATTO SENTIRE DEI LORO.

PROSSIMA TAPPA, A GIUGNO: I MONASTERI ORTODOSSI DELLA BULGARIA!

Sabato 1 aprile , 3° incontro del ciclo 2017 dei 5 Sabati in Abbazia

P. MICHEL VAN PARYS, STUDIOSO E PROFONDO CONOSCITORE DELL’ORIENTE BIZANTINO EUROPEO, MEDIORENTALE ED ASIATICO, HA ESPOSTO AL NUMEROSO PUBBLICO PRESENTE LE RADICI STORICHE, SPIRITUALI E CULTURALI DELLA CHIESA ORTODOSSA RUSSA, LA PIù GRANDE DEL MONDO ORTODOSSO. DA QUELLE RADICI, HA SPIEGATO IL RELATORE, DERIVA L’ATTUALE COMPLESSA SITUAZIONE DEI RAPPORTI DELLA CHIESA RUSSA CON IL POTERE STATALE E, SUL PIANO ECUMENICO, CON LE ALTRE CHIESE CRISTIANE.

L’artista Armanda Negri, socia della ACSN, ha esposto alcune sue bellissime opere, che sono state molto apprezzate dagli intervenuti. Armanda Negri, nel suo saluto al pubblico, ha presentato la sua opera artistica e ha motivato la sua adesione e il suo impegno nella ACSN non solo perchè ne condivide delle finalità e degli scopi ma anche perché è convinta che sia necessario l’impegno di tutti per la tutela e la promozione del patrimonio di valori storici, artistici, culturali , spirituali e religiosi dell’Abbazia di Grottaferrata.

Il tradizionale intermezzo musicale è stato curato dalla Accademia di Alto Perfeziobamento Musicale Castelli Romani, che ha presentato il M° Michele Di Filippo nella esecuzione, molto gradita e applaudita, delle Variazioni per chitarra da un tema di Mozart, op. 9, di Fernando Sor (1778-1839).

 

Il prossimo 1 aprile terzo incontro del ciclo 2017 dei 5 Sabati in Abbazia. P. Michel Van Parys: La Chiesa Ortodossa Russa

Il tema dell’incontro è senza dubbio fondamentale, centrale nelle relazioni tra cristiani d’Oriente e d’Occidente e decisivo nello sviluppo del dialogo ecumenico per l’unità dei cristiani.

P. Michel Van Parys è uno dei più noti esperti e profondi conoscitori del mondo e delle tradizioni orientali, russe in particolare: ci aiuterà a comprendere le vicende, i temi e le problematiche che segnano l’attualità della chiesa ortodossa russa, in funzione della sua grande storia millenaria e della sua grande tradizione spirituale.

Dalle h.10,00 esporremo alcune opere dell’artista Armanda Negri, nostra socia, a testimonianza del suo impegno artistico, culturale e spirituale, nella nostra associazione.

Il M° Michele Di Filippo, giovane e già noto e affermato chitarrista, ci farà apprezzare le sue capacità esecutive ed artistiche durante il tradizionale intermezzo musicale, questa volta curato dall’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale Castelli Romani.

 

Sabato 11 marzo si è svolto il secondo incontro dei 5 Sabati in Abbazia 2017

IL PROF. CESARE ALZATI HA TENUTO UNA PROLUSIONE SULLA CHIESA ROMENA NEL CONTESTO CONFESSIONALE E CULTURALE EUROPEO CHE IL NUMEROSO PUBBLICO PRESENTE HA SEGUITO CON GRANDE INTERESSE, NON SOLO PER IL NATURALE TAGLIO STORICO IMPRESSO DALLO STUDIOSO MA ANCHE PER L’ATTUALITA’ DEGLI ARGOMENTI TRATTATI. MOLTI SI SONO SORPRESI NEL SENTIRE QUANTO IMPORTANTE SIA L’EREDITA’ DELLA CULTURA LATINA E QUANTO SIA GELOSAMENTE CUSTODITA DALLA SOCIETA’ E DAL POPOLO ROMENO, NEL MONDO ORIENTALE,

Particolarmente significativo, nei suoi contenuti ecumenici, è stato l’intervento del Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, Mons. Siluan, che è stato accolto con calore da Mons. Semeraro, Amministratore Apostolico del Monastero Esarchico di S. Maria di Grottaferrata, il quale ha ricordato come i rapporti tra cattolici e ortodossi nel territorio siano molto positivamente fruttuosi, improntati a spirito di amicizia, di fraternità e di collaborazione reciproca.

P. Michel Van Parys ha come sempre magistralmente introdotto il tema dell’incontro, svolto dal prof. Alzati.

L’evento si è confermato come un’occasione importante non solo per conoscere la storia e il ruolo della Chiesa romena oggi ma anche per vivere insieme un momento di incontro, di unità e di condivisione, nel solco della tradizione millenaria della nostra Abbazia, come ha rilevato S. E. Mons. Semeraro nel suo intervento, spronandoci a proseguire e lodando il nostro impegno.

Molto apprezzate le opere che l’artista Gina Marziale, nostra socia, ha esposto nella Sala Conferenze, a testimonianza del suo impegno artistico, culturale e spirituale nella nostra associazione.

Sabato 11 marzo, alle h. 10,30 secondo incontro dei 5 Sabati in Abbazia, con Cesare Alzati, sulla Chiesa romena nel contesto confessionale e culturale europeo

Interverrà il Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, Mons. Siluan, che sarà accolto da Mons. Semeraro, Amministratore Apostolico del Monastero Esarchico di S. Maria di Grottaferrata.

P. Michel Van Parys introdurrà il tema che sarà svolto dal prof. Alzati.

Un’occasione importante non solo per conoscere la storia e il ruolo della Chiesa romena oggi ma anche per vivere insieme un momento di incontro, di unità e di condivisione, nel solco della tradizione millenaria della nostra Abbazia.

Dalle h. 10,00 esporremo alcune opere dell’artista Gina Marziale, nostra socia, quale testimonianza del suo impegno artistico, culturale e spirituale nella nostra associazione.

Domenica 19 febbraio, l’Associazione Culturale S. Nilo in visita al Pontificio Collegio Russicum

Proseguono gli incontri con le Chiese, le comunità e le istituzioni dell’Oriente cristiano presenti a Roma, organizzati anche quest’anno dalla Associazione Culturale S. Nilo. Dopo il Pontificio Collegio Greco, visiteremo il Russicum, centro di preghiera e di studio, di tradizione spirituale, liturgica e culturale russa.

Saremo accolti dai responsabili del Collegio, che ce ne illustreranno l’origine, la storia. Ammireremo la Cappella interna, con il suo pregevole ciclo pittorico, e l’annessa Chiesa di S. Antonio Abate, ricca di storia e di arte.

Assisteremo alla Divina Liturgia officiata secondo il rito russo, con i canti e gli inni di quella suggestiva tradizione.

Ci intratterremo infine con i responsabili e la comunità del Collegio, per condividere un momento finale di amicizia, di fraternità e di accoglienza.

 

La Theotòkos Eleousa, Madre della Tenerezza, fine XIV – inizio XV, Novgorod