“MESSINA ITALO-GRECA”

A partire dal 19 nov prox. prende l’avvio, con diffusione in streaming, un “miniciclo” intitolato”MESSINA ITALO-GRECA“che, siamo certi, incontrerà vivo interesse in coloro che ci seguono nel cammino di studio, approfondimento e valorizzazione della storia, delle tradizioni e della spiritualità del mondo bizantino-greco, in particolare della parte di quel mondo, quella italo-greca, che ha segnato per secoli il meridione d’Italia, la Sicilia, la Calabria, la Puglia, e non solo, lasciandocene in custodia le vestigia e il retaggio.

Messina ha rappresentato in questa storia un punto di riferimento fondamentale: il Monastero del SS. Salvatore, ivi fondato nel 1131 ed asceso al rango di Archimandritato, ha esercitato un ruolo inportantissimo, paragonabile a quello svolto in contemporanea da altri monasteri e abbazie importanti, quali l’Abbazia del Patir di Rossano, l’Abbazia di San Nicola di Casole, l’Abbazia di S. Nilo, con la quale, in particolare, ha sempre avuto rapporti strettissimi.

Gli incontri si terranno

giovedì 19 nov 2020, alle ore 17:30

Prof.ssa Donatella Bucca, La tradizione musicale bizantina nei manoscritti italo-greci dell’Archimandritato di Messina

giovedi 03 dic 2020, alle ore 17:30

Don Roberto Romeo, L’Archimandritato del SS. Salvatore di Messina: prodromi, istituzione e sviluppo

giovedì 17 dic 2020, alle ore 17:30

Papas Antonio Cucinotta, La tradizione bizantina italo-greca di Messina tra passato e futuro

Gli incontri si svolgeranno in streaming a mezzo del software Go To Meeting. Come sempre, in prossimità di ogni incontro, forniremo i link necessari per il collegamento, unitamente ad una documentazione introduttiva relativa agli argomenti trattati, comprendente l’abstract dell’intervento del relatore e una bibliografia essenziale.

IL MISTERO DELLA FEDE NELL’ARTE DI ARMANDA NEGRI

SABATO 31 OTTOBRE 2020, ALLE ORE 17:00, IN STREAMING, SUL WEB

il prof. ANTONIO CALISI

docente, studioso e profondo conoscitore della storia e della spiritualità orientale e bizantina, iconografo

presenterà il libro di

ARMANDA NEGRI

IL MISTERO DELLA FEDE

nell’arte delle icone d’Oriente e Occidente

Armanda Negri nasce a Stradella, in provincia di Pavia. Frequenta il liceo artistico presso le Suore Orsoline di San Carlo a Milano, dove riceve la sua formazione artistico-culturale. Si sposa e si trasferisce a Roma e poi a Frascati e a Grottaferrata. Per sedici anni insegna educazione artistica nella scuola media.

“Nella sua attività artistica ha usato molte tecniche. All’inizio ha utilizzato l’acquarello per dipingere nature morte, paesaggi, nudi. Successivamente, ha usato altre tecniche con l’impiego di materie diverse come stoffe, plexiglass, ottone, foglie d’oro.

La scoperta delle poesie struggenti di Padre David Maria Turoldo le apre nuovi orizzonti. I temi scelti e il linguaggio non figurativo ma simbolico la portano quindi, da allora, a una ricerca spirituale che continua tuttora. Mons Piero Coda, teologo, l’ha aiutata nell’approfondimento delle verità escatologiche. Il Prof Mariano Apa, storico e critico d’arte, ha contribuito alla sua partecipazione ad eventi e mostre significative. Maciej Bielawski, teologo e iconografo, ha scritto due saggi su sue opere. La Prof.ssa Virginia Vittorini, storica e critica d’arte, ha curato alcune sue mostre importanti.

Un incontro determinante è stato quello con don Carlo Stanzial in occasione della costruzione della nuova Chiesa Santa Maria Madre di Ospitalità a Villa Verde nella periferia di Roma. Nella Cappella della Beatitudine, dove si trova il tabernacolo, sono state collocate tre sue opere che sono diventate oggetto di catechesi e un’altra opera si trova nella controfacciata, all’ingresso della Chiesa. Nella cappella è stata posta una targa con i versetti del Salmo 84: “Il mio cuore e la mia carne gridano di gioia mentre vado incontro al Dio vivente”.

Poter comunicare questa gioia è lo scopo dell’arte di Armanda Negri.

L’incontro si svolgerà a mezzo del software Go To Meeting.

Entro le ore 12:00 di sabato 31 ottobre, forniremo agli interessati che ne faranno richiesta il link per collegarsi e partecipare all’incontro, unitamente alle istruzioni per chi sia alla prima esperienza di collegamento in teleconferenza o con Go To Meeting.

ISTITUITO IL PREMIO S. NILO

Domani, 26 settembre, festeggiamo S. Nilo, grande protagonista della tradizione monastica orientale, e in particolare italo-greca, che in S. Antonio Abate, in S. Pacomio e in S. Basilio trovarono ispirazione, vocazione e modelli di vita.

Scopo primario della nostra Associazione è la salvaguardia, la promozione e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, artistico, religioso e spirituale della nostra Abbazia di S. Nilo. Siamo quindi particolarmente lieti di annunciare un evento, la cui realizzazione sarà molto importante:

CON IL PATROCINIO E LA COLLABORAZIONE DEL MONASTERO ESARCHICO DI S. MARIA DI GROTTAFERRATA

CON IL PATROCINIO ED IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI GROTTAFERRATA

ATTRIBUZIONE DI UN PREMIO DI € 2.500 A UNA TESI DI LAUREA MAGISTRALE DISCUSSA NEL BIENNIO 2019-2020 IN UNA UNIVERSITA’ ITALIANA O STRANIERA

CON IL PATROCINIO DI

REGIONE LAZIO, CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO, CITTA’ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE

SAPIENZA UNIVERSITA’ DI ROMAROMA 2 TOR VERGATAROMA TRE UNIVERSITA’ DEGLI STUDIPONTIFICIO ATENEO S. ANSELMOLUMSA

Le tesi potranno essere redatte in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e dovranno vertere su:- la storia e la spiritualità dell’Abbazia di Grottaferrata; la vita, le opere e il pensiero di S. Nilo di Rossano; il monachesimo orientale e italo-greco;- la storia e la tradizione spirituale, liturgica e iconografica delle chiese cristiane orientali;- la storia e la riflessione teologica e spirituale della patrisNca orientale. La commissione di valutazione sarà formata da illustri docenti ed esperti delle materie in cui rientrano gli argomenti indicati.Il bando di concorso sarà pubblicato prossimamente e diffuso in Italia e all’estero . Il termine per la presentazione delle tesi sarà il 31 gennaio 2021. La premiazione avrà luogo a ottobre 2021.

INCONTRIAMOCI SUL WEB

CARE AMICHE, CARI AMICI,

L’Associazione Culturale S. Nilo conclude l’anno sociale 2019-2020 incontrando i soci, gli amici ed alcune personalità che in questo anno ci sono state vicine, per ringraziarle, e per salutare tutti con un arrivederci a settembre, quando riprenderemo le nostre attività e le nostre iniziative.

CI INCONTRIAMO SUL WEB
SABATO 13 GIUGNO ALLE ORE 17:00

con

S. E. R. ARCIVESCOVO MONS. IAN ERNEST
Rappresentante dell’Arcivescovo di Canterbury presso la Santa Sede

P. ABATE MICHEL VAN PARYS
Abate emerito del monastero di Chevetogne e del monastero di S. Maria di Grottaferrata

P. FRANCESCO DE FEO
Delegato Vescovile per l’Abbazia di S. Nilo 

Parteciperanno i relatori e i curatori degli incontri che abbiamo realizzato, anche in streaming, durante questo anno, nonostante le grandi difficoltà che abbiamo avuto.

Coloro che desiderano partecipare alla nostra festa in streaming possono richiedere le credenziali per collegarsi inviando una email all’indirizzo

info.associazioneculturales.nilo@gmail.com

indicando i propri dati e possibilmente un recapito telefonico.

2 GIUGNO 2020

FESTA DELLA REPUBBLICA

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE S. NILO SI UNISCE AL CAPO DELLO STATO, AGLI ORGANI DI GOVERNO, AI CONCITTADINI TUTTI NEL GIORNO IN CUI CELEBRIAMO L’ANNIVERSARIO DELLA COSTITUZIONE DELLA NOSTRA REPUBBLICA.

RICORDIAMO CON DOLORE LE VITTIME DELLA GRAVE PANDEMIA CHE HA SCONVOLTO IL NOSTRO PAESE E IL MONDO INTERO.

ESPRIMIAMO RISPETTO E GRATITUDINE A QUANTI HANNO DONATO ALLA COMUNITÀ LA LORO SOLIDARIETÀ, IL LORO IMPEGNO E PERFINO IL SACRIFICIO DELLA LORO VITA, PER IL BENE E LA CURA DEGLI ALTRI.

Incontriamoci sul Web


5° incontro: 30 maggio 2020

Don Domenico Repice

Quando si parla di ecumenismo e di unità dei cristiani, la gente…


4° incontro: 23 maggio 2020

Prof. Paolo Siniscalco

Riscoperta e attualità degli autori e delle fonti del primo cristianesimo


3° incontro: 16 maggio 2020

Prof. Giovanni Gardini

La Trasfigurazione nel catino absidale di S. Apollinare in Classe, a Ravenna


2° incontro: 9 maggio 2020

Arch. Paolo Violini

A tu per tu con Raffaello, nel restauro delle Stanze Vaticane


1° incontro: 2 maggio 2020

P. Michel Van Parys

Pionieri dell’ecumenismo: i monaci di Chevetogne

Incontriamoci sul web!

Portiamo sul web alcune attività della associazione!

Con questa iniziativa, in questo periodo così particolare e così “diverso” della nostra storia e delle nostre vite, abbiamo deciso di opporre all’isolamento impostoci da un virus malefico la nostra volontà di mantenere vivi i contatti tra noi, con i nostri soci e amici, e di lasciarci piuttosto contagiare dai temi e dai valori che sono al centro dei nostri interessi culturali e spirituali… 

Abbiamo deciso quindi di organizzare, nel prossimo mese di maggio, un ciclo di appuntamenti in teleconferenza, che abbiamo voluto intitolare

INCONTRIAMOCI SUL WEB

5 appuntamenti settimanali, il sabato pomeriggio alle ore 16:00, con il seguente programma:

102 maggio 2020. Incontriamoci sul web con il p. Abate Michel Van Parys. “Pioneri dell’ecumenismo: i monaci di Chevetogne”

209 maggio 2020, Incontriamoci sul web con l’arch. Paolo Violini. “A tu per tu con Raffaello, nel restauro delle Stanze Vaticane”

316 maggio 2020, Incontriamoci sul web con il prof. Giovanni Gardini. “La Trasfigurazione nel catino absidale di S. Apollinare in Classe, a Ravenna”

423 maggio 2020, Incontriamoci sul web con il prof. Paolo Siniscalco. “Riscoperta ed attualità degli autori e delle fonti del primo cristianesimo”

530 maggio 2020 Incontriamoci sul web con d. Domenico Repice. “Quando si parla di ecumenismo e di unità dei cristiani, la gente…”

Gli incontri avranno la forma dell’intervista. Sarà possibile la condivisione di immagini, foto, documenti, filmati, brani sonori, proiezioni di slides in power point o keynote.

Sarà possibile inoltre rivolgere domande al relatore.

Per la gestione del ciclo di teleconferenze abbiamo adottato Il software GO TO MEETING.

Collegarsi e partecipare alla riunione sarà facile non solo per chi ha già installato nel suo computer questo software ma anche per chi lo userà per la prima volta: sarà  sufficiente, infatti, seguire alcune semplici istruzioni contenute nella email di invito che invieremo prima dell’incontro.