Gli affreschi duecenteschi con le storie di Mosè dell’Abbazia di S. Nilo

saranno illustrati ai soci della ACSN, mercoledì prossimo, 6 dicembre, alle ore 17.00, nella nostra sede operativa, dalla nostra socia dott.ssa BARBARA FABIAN, già responsabile della sezione storico-artistica del Museo dell’Abbazia di S. Nilo, che ha condotto e pubblicato ricerche e studi importanti sull’intero ciclo.

Si tratta di sei scene a fresco, la cui seconda redazione – eseguita a pochi decenni dalla prima – è attribuita a maestranze della cerchia del Cavallini, databili negli anni successivi al 1241, quando i monaci intervennero per risanare i danni prodotti dalle truppe dell’imperatore Federico II, che avevano occupato il monastero e lo avevano depredato e danneggiato.

Gli affreschi oggi collocati nel Museo dell’Abbazia si trovavano originariamente al di sotto del soffitto farnesiano della Chiesa. Sono stati staccati nel 1970. Due scene però sono rimaste in situ e sono visibili, in alto, sulla parete sinistra della Chiesa (“Mosè e il roveto ardente”, Es 3, 1-6; “Il miracolo della verga”, Es 4, 1-9).

L’incontro è riservato ai soci della ACSN.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *