BUONA PASQUA!

In questo momento di particolare sofferenza che si è abbattuta sul nostro Paese, sulle nostre comunità e sulle nostre vite, giungano a voi, alle vostre famiglie, ai vostri cari i nostri auguri più vivi e più sinceri!

La celebrazione della Pasqua di Resurrezione ci confermi nella forza e nello spirito di comunione, di solidarietà e di responsabilità che abbiamo dimostrato di possedere e che ci consentiranno di superare presto questo momento così difficile!

Questi sono i sentimenti espressi dalle immagini che accompagnano il messaggio:
– l’icona della Crocifissione, da Gerusalemme, Monastero di Santa Caterina del Sinai, VIII-IX sec., frammento
La Deposizione, opera dell’artista Lino Bernardini 
Il nido, incisione ad acqua forte, opera dell’artista Gina Marziale

Siamo grati a Lino Bernardini e a Gina Marziale, soci della nostra associazione, per averci consentito di esprimere attraverso le loro opere il nostro messaggio di comunione, di fiducia e di speranza, alla luce della Passione e della Resurrezione del Cristo Signore.

clic sull’immagine per ingrandirla

SOSPESE FINO AL 3 APRILE LE ATTIVITÀ PUBBLICHE DELLA ASSOCIAZIONE

Siamo spiacenti di comunicare che, in ottemperanza alle disposizioni emanate dalle Autorità di governo e dal Comune di Grottaferrata in relazione alla situazione sanitaria che si è venuta a determinare per effetto della diffusione del c.d. “coronavirus”,

LE ATTIVITÀ PUBBLICHE DELLA ASSOCIAZIONE
SONO SOSPESE FINO AL PROSSIMO 3 APRILE

Auspichiamo che siano presto superate le difficoltà che il nostro Paese sta attraversando

Il Pontificio Collegio Greco in collaborazione con l’Associazione Culturale S. Nilo in onore di Nikolaj A. Berdjaev

IL PONTIFICIO COLLEGIO GRECO

in collaborazione con

l’ASSOCIAZIONE CULTURALE S. NILO

venerdì 28 febbraio, alle 16:30,

nella sede del Pontificio Collegio Greco

in Roma, Via del Babuino 149

organizza un incontro

IN ONORE DI NIKOLAJ A. BERDJAEV

(1874 – 1948)

uno dei più importanti filosofi russi del XX secolo, leader del gruppo di filosofi russi che all’inizio del ‘900 segnò tutta la cultura mondiale.

Da marxista e militante politico, perseguitato dal regime zarista, dalla chiesa ortodossa e dai bolscevichi per la sua difesa della libertà dell’individuo, si converte al cristianesimo, al quale assegna il ruolo centrale nella sua concezione della storia e della persona umana.

“… se la storia della cultura si volge inesorabilmente verso il tramonto, non c’è altro modo di conservare la fedeltà agli ideali, se non quello di porli al di là dei propri confini. Per guardare oltre i confini della realtà storica è indispensabile la religione, e se il cristianesimo storico, sotto la pressione dell’attualità, è disponibile a modificare i propri ideali, lasciando in buona sostanza solo i suoi rivestimenti formali (i simulacri), allora è necessario riformarlo, riportandolo al vero senso dell’autentica fede in Cristo
(n.d.r., dall’abstract dell’intervento del prof. Stefano Caprio, Lo Spirito e la storia. Berdjaev di fronte alla catastrofe della modernità)

5 SABATI IN ABBAZIA 2020: L’ICONA. LEGGERE IL RACCONTO DELLA FEDE

Il prossimo sabato 22 febbraio 2020 alle ore 10:30, nella Sala delle Conferenze della Comunità Monastica di S. Maria di Grottaferrata

P. Luca De Oliveira O.S.B.I.

L’ICONA DELLA NATIVITÀ

L’icona della Natività del Signore è tra le rappresentazioni più diffuse ed ha origini molto antiche.Ispirata dai racconti dei vangeli Apocrifi più che dai Vangeli canonici, in essa i diversi elementi assumono caratteri altamente simbolici, legati al significato dell’evento e al mistero della Incarnazione.Scrive il grande cappadoce S. Gregorio di Nazianzo (329-390 d.C.):”Dio si è manifestato nascendo … il Verbo prende spessore, l’invisibile si òascia vedere, l’intangibile diviene palpabile, l’atemporale entra nel tempo, il Figlio di Dio diviene figlio dell’uomo”.

Sarà distribuita una sintesi dell’intervento del relatore ed una bibliografia essenziale, unitamente al Programma 2019-2020 della Associazione Culturale S. Nilo.

Andrea Annese: Cristologia e dottrina trinitaria nei concili Nicea I (325) e Costantinopoli I (381)

giovedì 6 febbraio prox., alle ore 17:00, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale di Grottaferrata, in via Dusmet 20 

DOTT. ANDREA ANNESE

CRISTOLOGIA E DOTTRINA TRINITARIA

NEI CONCILI NICEA I (325) E COSTANTINOPOLI I (381)

secondo incontro del ciclo realizzato in collaborazione con Sapienza, Università di Roma, Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo, dedicato al processo storico che ha portato alla definizione, nei concili ecumenici del IV, V e VIII secolo, dei fondamenti della fede cristiana: la dottrina trinitaria, la persona di Gesù Cristo, il culto delle immagini.
Agli intervenuti sarà fornita una sintesi dell’intervento del dott. Annese corredata da una bibliografia essenziale.

Inizia il ciclo 2020 dei 5 SABATI IN ABBAZIA, quest’anno dedicato a L’ICONA. LEGGERE IL RACCONTO DELLA FEDE

Il prossimo sabato 25 gennaio alle ore 10:30, nella Sala delle Conferenze della Comunità Monastica di S. Maria di Grottaferrata avrà luogo il primo incontro del ciclo 2020 dei 5 SABATI IN ABBAZIA che quest’anno è dedicato al tema

L’ICONA. LEGGERE IL RACCONTO DELLA FEDE

Il prof. Antonio Calisi, docente, studioso di Teologia Sacra e Scienze Storiche, Iconografo, aprirà il ciclo e ci introdurrà alla tradizione iconografica delle chiese bizantine attraverso il pensiero e l’opera di S. Teodoro Studita, vissuto tra l’VIII e il IX secolo, grande sostenitore del valore teologico e liturgico dell’immagine e strenuo oppositore dell’iconoclastia.

Sarà distribuita una sintesi dell’intervento del prof. Calisi ed una bibliografia essenziale sull’argomento.

Il consueto intermezzo musicale sarà a cura dell’Associazione Musicale NOTE BLU.

Il 9 Gen 2020 incontro con il prof. Romano Penna sul tema “Le cristologie del Nuovo Testamento alle origini del cristianesimo”

il 9 gennaio 2020, alle ore 17:00, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale di Grottaferrata, in via Dusmet 20

inizierà un ciclo di incontri pubblici dedicati al processo storico che a partire dal I secolo, dalle diverse tradizioni già presenti nel Nuovo Testamento, ha portato alla definizione della dottrina trinitaria, della persona di Gesù Cristo e del culto delle immagini nei concili ecumenici del IV, V e VIII secolo.

Il ciclo è realizzato in collaborazione con Sapienza, Università di Roma, Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo.

Il PROF. ROMANO PENNA

curerà Il primo incontro che avrà per tema

LE CRISTOLOGIE DEL NUOVO TESTAMENTO
ALL’ORIGINE DEL CRISTIANESIMO

“L’impostazione di fondo è quella che vede la nascita del cristianesimo in due fasi, distinte e conseguenti: la prima fase è quella incentrata sul Gesù terreno o storico, e consiste nell’attività e nella predicazione del maestro/profeta di Nazaret […]; la seconda fase si fonda essenzialmente sulla fede pasquale e si concentra sulla sua personale identità, testimoniata in particolare dai titoli cristologici. Tutto questo è rintracciabile nelle prospettive peculiari dei singoli autori del Nuovo Testamento, ognuno dei quali produce un proprio ritratto di Gesù Cristo.” (Da Giuseppe Pulcinelli, Laudatio del Prof. Romano Penna, 2017)

Il prof. Romano Penna, è un insigne biblista, professore emerito di Nuovo Testamento alla Pontificia Università Lateranense, professore Invitato presso le Pontificie Università Gregoriana e Urbaniana di Roma, presso la Facoltà Teologica di Palermo, lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme e presso altre istituzioni accademiche in Italia e all’estero. È membro dal 1978 della «Society for the Study of the New Testament» di Cambridge. È direttore della collana «Studi sulla Bibbia e il suo Ambiente» delle Edizioni San Paolo. È Consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede dal 1994, membro Ordinario della Pontificia Accademia Teologica dal 2000 e Membro Corrispondente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia dal 2009.

Il prof. Romano Penna è un rifermento costante per gli studi neotestamentari in Italia e all’estero, in particolare sull’apostolo Paolo e il suo epistolario, sulla cristologia neotestamentaria, sulla inculturazione del Vangelo fuori dalla Palestina. La sua attività di studio e di ricerca ha prodotto circa quattrocento pubblicazioni tra libri, articoli, curatele e traduzioni, oltre a numerose recensioni di studi biblici su riviste specializzate.

Abbiamo incontrato la comunità ortodossa russa della Chiesa di Santa Caterina Martire, del Patriarcato di Mosca a Roma

Un bel gruppo di soci ed amici della Associazione Culturale S. Nilo ha incontrato ieri, a Roma, la comunità dei fedeli della Chiesa ortodossa russa di S. Caterina Martire, accolto con grande spirito di amicizia e di fraternità dal Rev.mo P. Ambrogio Matsegora, Rettore della chiesa, Vicario Generale del Patriarcato di Mosca in Italia e Segretario dell’Esarca Patriarcale per l’Europa occidentale.

Abbiamo assistito alla celebrazione della Divina Liturgia, officiata secondo il rito bizantino-slavo e accompagnata dai canti liturgici tipici della tradizione russa, in paleo-slavo.

Dopo la Divina liturgia, P. Ambrogio Matsegora ci ha guidato nella visita alla chiesa, di cui ha evidenziato gli elementi iconografici, teologici e spirituali. Ci ha parlato inoltre della presenza della chiesa ortodossa russa in Italia e a Roma e della evoluzione dei rapporti tra la Chiesa di Mosca e la Chiesa di Roma, non mancando di ricordarci i suoi studi patristici condotti presso l’Augustinianum, a Roma.

Ancora una bella esperienza, che ci ha arricchito e che ha confermato come le vie dell’incontro, della conoscenza e del dialogo siano le sole che portano frutti.