Sabato 26 maggio, si conclude il ciclo dei 5 SABATI IN ABBAZIA 2018 dedicato a “Santi e sapienti, volti delle Chiese orientali”: P. Matta el Meskin raccontato da P. Ugo Zanetti

SABATO PROSSIMO 26 MAGGIO, ALLE ORE 10.30, nella Sala Polifunzionale della Biblioteca Statale del Monumento Nazionale di Grottaferrata, si concluderà il ciclo 2018 dei “5 SABATI IN ABBAZIA, organizzato dal Monastero Esarchico di S. Maria di Grottaferrata e dalla nostra Associazione, con il patrocinio del Comune di Grottaferrata, della Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini e di altri Enti, pubblici e privati.

Come è noto, il ciclo degli incontri è stato dedicato quest’anno a “SANTI E SAPIENTI, VOLTI DELLE CHIESE ORIENTALI”.

P. UGO ZANETTI, monaco di Chevetogne (Belgio), tornerà ad incontrarci per presentare un importante “volto” della chiesa copta, di cui egli è grande esperto e studioso:

P. MATTA EL MESKIN, UN PADRE DEL DESERTO DEL XX SECOLO

Interverrà S. E. Mons. MARCELLO SEMERARO, Vescovo di Albano, Amministratore Apostolico del Monastero di S. Maria di Grottaferrata, Delegato Pontificio all’Ordine Basiliano d’Italia, Conservatore Onorario del Monumento Nazionale di Grottaferrata

Introdurrà il tema P. MICHEL VAN PARYS, Pontificio Collegio Greco, Abate Emerito del Monastero di Chevetogne e del Monastero di S. Maria di Grottaferrata

A partire dalle ore 10.00, sarà possibile ammirare alcune opere che saranno esposte dagli allievi dello SCRIPTORIUM SAN NILO, la Scuola di Iconografia Bizantina dell’Abbazia, diretta dal M° ROBERTO RONCACCIA.

L’ASSOCIAZIONE MUSICALE NOTE BLU curerà il tradizionale intermezzo musicale.

Sarà l’occasione non solo per esprimere la nostra soddisfazione per essere riusciti anche quest’anno a far sentire una voce importante, culturale e spirituale, della Comunità monastica e ad avvicinare all’Abbazia quanti vogliono mantenerne vivi i valori millenari, ma anche per confermare il nostro impegno affinché il prossimo anno, 2018-2019, sia ancora ricco di attività, eventi ed occasioni importanti, all’altezza dei nostri compiti.

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *